Home > news mondo linux > Grazie Professor Antonio Cantaro

Grazie Professor Antonio Cantaro

Quando una persona si occupa di noi Dummies, in maniera esaustiva e sollecita, non possiamo che ammirare la gentilezza e la competenza con cui ci ha trattato.  Anche se già pubblicato il 29/07/2010 ( forse graficamente non alla grande)  REPETITA JUVANT scrivremo l’articolo in una maniera piu’ decente.

Vi segnalo un nuovo manuale gratuito, con video-guide, interessantissimo che il  Prof. Antonio Cantaro, dell’Istituto Majorana di Gela, ha realizzato:

“Linux per tutti – Ubuntu facile

Esso è accessibile dalla pagina:

http://www.istitutomajorana.it

Da non perdere, potrebbe essere un modo facile ed inaspettato per passare a “Linux” o, almeno, per provarlo. Impariamo ad utilizzare le enormi risorse gratuite che ci offre il mondo del software libero.

Sono già disponibili molti capitoli dell’opera e continuamente seguono gli altri.

Spesso i manuali non si curano delle persone alle prime armi e queste desistono dall’intraprendere la nuova strada. Questo manuale (ovviamente gratuito), è rivolto agli utenti poco esperti che apprezzeranno l’immediatezza delle cose senza pericolo di perdersi in estenuanti disquisizioni tecnico-specialistiche. Inoltre, i lettori, troveranno tutto quello che occorre a portata di mano (software gratuito, ecc..). Anche gli utenti più esperti e smaliziati, lo apprezzeranno perchè, sicuramente, hanno tanti amici e conoscenti, che “esperti” non sono, cui potranno suggerirne la lettura. Il portale scolastico completamente no-profit, propone anche numerose altre risorse (manuali e video-guide), tutte assplutamente gratuite.

Penso che sarebbe bello se ognuno, secondo le proprie possibilità, desse una mano alla divulgazione di quest’opera, onde contribuire alla diffusione del software libero. Ubuntu è una tra le tante belle distribuzioni GNU/Linux, che, essendo, pure, intuitiva è molto indicata per i principianti. Poi, una volta entrati in questo nuovo mondo, ognuno potrà  provare le tante ottime distribuzioni esistenti e sceglie quella che riterrà più vicina alle proprie esigenze ed ai propri gusti.  Buona navigazione.

Inoltre  vi segnalo  una nuova guida gratuita ed interessantissima che il  Prof. Antonio Cantaro, dell’Istituto Majorana di Gela, ha realizzato:

“Perchè passare a Linux”:  ci sono, almeno, 27 validi motivi per innamorarsene

La  grafica molto curata, la semplicità ed immediatezza della scrittura la rendono avvincente e scorrevole alla lettura.

Non si tratta di una guida per l’utilizzazione di Linux, ma vengono esposti i motivi per i quali sarebbe opportuno passare al mondo del software libero. Vengono presi in considerazione anche i casi in cui, per il momento, bisognerebbe aspettare prima di abbandonare definitivamente Windows. Interessanti e da vedere, i cinque filmati proposti, di cui, alcuni, veramente singolari.

La “guida” non è altro che un piccolo sotto-sito di appena 36 pagine, realizzato all’interno di un, ben più esteso, portale scolastico no-profit, contenente numerose risorse (manuali e video-guide), tutte gratuite. Alla guida s’accede dalla home del portale:

http://www.istitutomajorana.it

Per valutare ed apprezzare Linux bisogna conoscerne le caratteristiche essenziali. Il lettore, grazie alla completezza dei contenuti della “guida”, a fine lettura, sarà in grado di capire se è amore a prima vista. Anche se siete dei Linuxiani incalliti, sicuramente avrete tanti amici cui proporne la lettura.

Penso che sarebbe bello se ognuno, secondo le proprie possibilità, desse una mano alla divulgazione di questa “guida”, onde contribuire alla diffusione del software libero.

Da non perdere.

Ringraziamo il Professore   per il ” lavoro” che produce.

Categorie:news mondo linux
  1. vmalav
    agosto 29, 2010 alle 11:03 am

    ho avuto modo di frequentare il sito dell’Istituto Majorana.
    Oltre a utilissimi tips and tricks, ho trovato numerose risorse per ubuntu che nemmeno la community ufficiale (la distro di riferimento del MaJORANA).
    Dopo queste letture ho installato la loro plus remix 5 (che consiglio di provare) sul mio netbook
    Quando sento espressioni razziste dalla politica vorrei ricordare che ricerca e innovazione partono dalla Sicilia,. oltre che una terra baciata da Dio per le sue bellezze, è dotata di intelligenze e volontà che l’Italia intera dovrebbe valorizzare.
    Ed è detto da un padano.
    Un ringraziamento al prof. Cantaro

  2. agosto 29, 2010 alle 11:26 pm

    Mi as-socio…e non sono padano!!!

    • roberto
      maggio 11, 2012 alle 9:56 pm

      viva la sicilia eppure sono padano…. viva palermo e taormina

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: